Noi ci dissociamo: "Ha vinto De Laurentiis"

25.07.2016 16:28 di Il senso del gol Twitter: @ilsensodelgol  articolo letto 2044 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Noi ci dissociamo: "Ha vinto De Laurentiis"

 

di GIANCARLO CAIANIELLO


Alla fine, c'è solo un vincitore.

Non è Higuain che è scappato senza aver il coraggio di affrontare a viso aperto le conseguenze del suo tradimento, nascondendosi dietro il fratello con la speranza di mettere alle strette il Napoli.

La Juventus sono anni che vince senza di lui. A meno che non vinca la Champions, il suo nome non rimarrà nella storia bianconera.

Non è la Juventus, che ha dovuto pagare l'intero importo della clausola senza contropartite valutate il doppio del loro valore. Alla fine, sostituisce un giocatore di 23 anni con uno di 29. Ha dimostrato di temere il Napoli andando a prendere il suo giocatore simbolo perché evidentemente sa benissimo che nonostante Pjanic, Benatia, Pjaca e Alves lo scudetto non sarebbe stata una passeggiata.

Non i tifosi del Napoli, che dovranno digerire il tradimento più odioso. Dopo mesi ad inseguire il sogno scudetto, tutti uniti a cantare sotto la curva, la consapevolezza è di aver osannato la persona sbagliata. Ora non resta che sperare nei precedenti illustri (Ibrahimovic, Zidane, Cavani): quando una cessione dolorosa ma remunerativa ha permesso la costruzione di grandi squadre.


Ha vinto Aurelio De Laurentiis, che non si è lasciato intimorire dalle minacce del clan Higuain, che ha tenuto duro, che ha rifiutato le contropartite sopravvalutate. Che ha inchiodato Higuain alle sue responsabilità e alle conseguenze delle sue scelte e che - soprattutto - porta a casa 90 milioni, più del doppio di quanto fu pagato tre anni fa il calciatore. 

Dopo questo capolavoro, è atteso da un compito ancor più arduo: utilizzare questa vagonata di soldi per migliorare un Napoli che ha perso un grandissimo giocatore ma un uomo piccolissimo.
 

© 2019 Il Senso del Gol