L'abito non deve fare il monaco. Ma neanche fare schifo

Tifosi della Lazio o meno, è vero che siamo invasi da mode indecorose
 di Fabrizio Biasin Twitter: @FBiasin  articolo letto 7892 volte
Il volantino dei laziali
Il volantino dei laziali

 

(La premessa è che questo articolo ha attinenze con il calcio come il fratello di Belen Rodriguez con il termine "Vip": neanche mezza).

Va ora in onda "Il senso del buongusto", rubrica modaiola de Il senso del gol.

L'altro giorno i tifosi della Lazio dicono: "Se volete essere accettati nella nostra curva dovete vestirvi nella tal maniera". A corredo l'immagine dell'ultrà "vestito bene", l'esempio di quello "vestito col culo" e frasi come "nella nostra curva cominciano ad affacciarsi personaggi figli dei tempi e di un declino sempre più visibile della nostra società".

Ora, a noialtri non interessa chi abbia ragione, i gusti sono gusti, ma ci sono dei dati di fatto incontestabili e un allarme sociale che non può lasciarci indifferenti.

CAPELLI: DOPPIO TAGLIO, BANANONE, SCRITTE IN TESTA

A meno che siate Pogba o qualche altro grande brillantone che se lo possa permettere, a meno che vostro nonno sia un capo tribù dei Piedi Neri, allora lasciate perdere.


Badate bene, il problema non è entrare o non entrare nella curva della Lazio, ma "non fare la figura degli stronzi". Il doppio taglio è scacciafiga, proviamo a convincervi col seguente sondaggio.

Intervistatore: "Cosa pensi del doppio taglio?".

Tizia/1: "Grazie per la domanda, credo che il doppio taglio sia molto scacciafiga".

Intervistatore: "E tu?".

Tizia/2: "Su Pogba, intendi?".

Intervistatore: "No, sui maschi in generale".

Tizia/2: "Scacciafiga, lo sanno tutti".

Quanto al bananone la questione è molto più netta.

Intervistatore: "Cosa pensi del bananone sui ragazzi?".

Tizia/3: "Piuttosto Pandev".

Infine le scritte in testa. Le scritte in testa sono ammesse solo in caso di coraggiosa autodenuncia: "Io sono stronzo".

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(Pogba può fare come vuole)

In tutti gli altri casi meglio la decapitazione.
 

 

OCCHIALI ENORMI ORO E ARGENTO

Ripetete dopo di me: "Io non sono Don King, io non sono Don King, io non sono Don King...".

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(Quanto era fico Don King?)

Nonostante il mantra avete indosso ancora i vostri occhiali oro e argento e pensate di essere dei fighetti? Ripetete dopo di me: "Io non sono Malgioglio, io non sono Malgioglio, io non sono Malgioglio".

Siete ancora convinti che i vostri occhiali oro e argento non vi facciano fare la figura da ciula? Andiamo veloci al sondaggio.

Intervistatore: "Cosa pensi di chi indossa gli occhialoni oro e argento?".

Tizia/4: "Stiamo parlando di Don King o di Malgioglio?".

Intervistatore: "No".

Tizia/4: "Si tratta di oro vero?".

Intervistatore: "No, tungsteno".

Tizia/4: "Si tratta di...".

Intervistatore: "No, senti, non si tratta di nessuno. È solo un povero stronzo con gli occhialoni in finto oro e argento che pensa di essere sciccoso".

Tizia/4: "E allora che s'ammazzi".

I PIUMINI CON COLORI SGARGIANTI

Enzo Braschi ha 68 anni, voi non siete Enzo Braschi. Solo Enzo Braschi può mettere il piumone sgargiante, voi sembrate degli imitatori di Enzo Braschi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ci manchi Enzo, "trooooooppo giusto".

 

TUTA O PANTALONE COL CAVALLO BASSO

Accettato solo in caso di orchite a grappoli o se sei Bernardeschi.

(Bernardeschi "può" perché ha i soldi e compra i  sondaggisti).

Intervistatore: "Cosa pensi del ragazzo col cavallo basso o la tuta?".


Tizia/5: "Dipende, è il figlio di Garrincha?".

Intervistatore: "No".

Tizia/5: "Ha forse l'orchite?".

Intervistatore: "No".

Tizia/5: "E allora se ne vada affanculo".

Intervistatore: "Ma è Bernardeschi!".

Tizia/5: "Chi sono io per giudicare?".

IL RISVOLTINO SENZA CALZINO

È giusto che lo sappiate: della vostra caviglia non frega un cazzo a nessuno.

IL RISVOLTINO COL CALZINO DI SPUGNA O I DISEGNINI

Il Tenente Dan di Forrest Gump ha vissuto un'esistenza difficile, difficilissima, e forse per questo era sempre incazzato. Ma in contemporanea ha avuto una grande fortuna: non ha mai potuto azzardare la combo "Risvoltino-calzino di spugna". Bravo tenente.

Intervistatore: "Cosa pensi di quelli con il risvoltino e il calzino di spugna?".

Tizia/6: "Pensi che per non rischiare ho sposato il Tenente Dan".

SCARPE CON IL CARRARMATO

Ripetete dopo di me: "La guerra in Vietnam è finita, la guerra in Vietnam è finita". La scarpa con il carrarmato ha meno senso di un carrarmato con la scarpa. 

Intervistatore: "Cosa ne pensi della scarpa col carrarmato?".

Tizia/7: "Su Enzo Braschi?"

Intervistatore: "No".

Tizia/7: "E allora solo in guerra".

Intervistatore: "Senti, tu hai lo short di jeans con fuori mezzo culo e la tasca. Lo short di jeans con fuori mezzo culo e la tasca lo possono mettere solo Sabrina Salerno e poche altre strafighe. Sei forse Sabrina Salerno?".

Tizia/7: "No ma...".

Intervistatore: "E allora mettiti la gonna di Bernardeschi, da brava".

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lo short di jeans con mezzo culo fuori e la tasca sta illudendo generazioni di giovani donne che credono di essere la reincarnazione di Sabrina Salerno.

Ma questa è un'altra storia. 

© 2017 Il Senso del Gol