A tutti quelli che: "Vogliamo scrivere minchiate anche noi"

Siccome ci avete chiesto di scrivere, chi siamo per dirvi di no? Nasce "Noi ci dissociamo", lo spazio su "Il senso del gol" per le vostre idee, racconti, manie di persecuzione, miraggi. Voi mandate, noi pubblichiamo. Forse.
 di Fabrizio Biasin Twitter: @FBiasin  articolo letto 7206 volte
Biasin e Corti al lavoro
Biasin e Corti al lavoro

Ciao. Il fatto è questo.
Siamo attivi da un mese e un po’. E volevamo dirvi che siamo veramente delle persone cattive, esaltate e molto autoreferenziali.
Soprattutto ce la tiriamo molto.
Ci piace il nostro blog, ci piace quando qualcuno dice che gli piace, ci piace quando andiamo su Gugolanalitics e vediamo che c’è qualche pazzo in Alaska o a Tokyo che sta leggendo le nostre boiate.
Ce la tiriamo moltissimo.
Siamo piccini ma molto cazzuti, se uno ci chiede "cazzo hai fatto ieri?" cerchiamo una scusa qualunque per parlare de Il senso del gol. Tipo: "Mah, ieri sono andato all’Esselunga e quello della gastronomia stava leggendo un pezzo de Il senso del gol mentre affettava la bresaola". Il che non è vero, ma tanto difficilmente tu andrai all’Esselunga a chiedere al gastronomo se ho detto una cazzata e comunque se anche lo fai ti dirò che sono andato in un’altra Esselunga, non in quella.
Ce la tiriamo tipo Valeria Marini.
A chi ce lo chiede diciamo "non lo facciamo per vedere se la gente ci legge, lo facciamo per noi, per dar sfogo alle nostre idee". Cazzate. Guardiamo i contatori delle letture come si guarda il culo di quella che fa “step” in palestra di fianco a noi: con malcelata indifferenza, sfruttando il “gioco di specchi”. Alcuni pezzi fanno mille letture e siamo felici, altri 5000 e siamo felicissimi, altri 10mila e pensiamo che nostra madre forse ha passato il giorno a cliccare, uno addirittura ne ha fatti 650mila perché per colossale botta di culo è diventato virale. In quell’occasione ce la siamo tirata come “Gileri”, l’essere mitologico metà Massimo Giletti e metà Tiberio Timperi .
E niente, forse siamo solo come le mamme con i loro pargoli, quelle che "il mio bambino sa già tutto l’alfabeto, riconosce i cartelli stradali, colora dentro i margini. In più non sbaglia le divisioni che sono notoriamente difficili, e fa la cacca in autonomia". E poi scopri che il bambino ha 31 anni.
 
Fine del preambolo che doveva essere molto corto e non lo è stato.
Semplicemente volevamo dirvi che siccome ce la tiriamo come Pippo Baudo quando ha salvato quello che voleva ammazzarsi all’Ariston, e siccome in tanti (davvero tanti! E anche qui ce la tiriamo) ci avete scritto per dirci "oh, minchioni, fate scrivere anche noi che abbiamo cose buone per Il senso del gol", vi diciamo che in questo preciso momento nasce “Noi ci dissociamo”, la nuova rubrica dove pubblicheremo i vostri pezzi, se mai avrete il coraggio di mandarceli. L’indirizzo è questo ilsensodelgol@gmail.com, le idee sono le vostre, la foto solo se avete molto coraggio, la periodicità con cui li pubblicheremo è scientifica, ovvero "a seconda se la sera prima abbiamo bevuto più di tre gintonic". Fatevi avanti.
 
Ps.  Un ragazzo molto coraggioso, tra gli altri, ci ha scritto. "Vorrei tanto pubblicare pezzi sul vostro blog". E noi: "Presto lo potrai fare. Dacci il tempo di scrivere un post del cazzo per chiarire come e quando". E lui: "Ma si tratterebbe di una collaborazione gratuita?". E noi: "Sìsì, assolutamente, non vogliamo soldi".
Ce la tiriamo molto, ma colcazzo che cacciamo una lira. Tiratevela con noi. In povertà.
 

© 2017 Il Senso del Gol